Chiambretti a TerraNova Channel: ristoranti e tv all’insegna della creatività_Intervista

 

Chiambretti a TerraNova Channel: “Condoglianze ai programmi di cucina [...] Anche se oggi l’erotismo di una carota tagliata dalla Parodi e’ superiore di Siffredi nudo sotto la doccia […] c’è probabilmente un desiderio da parte degli italiani di godere partendo dalla gola”

“Con molto anticipo faccio già le condoglianze a tutti gli Chef delle televisioni satellitari, digitali, web, perché purtroppo scoppieranno, verranno infilati nel microonde come probabilmente sono stati infilati tanti altri dei protagonisti, ivi compreso anche il sottoscritto in qualche caso, che hanno ripetuto sistematicamente un genere”. Così Piero Chiambretti, nella videointervista on line dal 9 dicembre 2011 rilasciata a TerraNova Channel(http://www.terranovachannel.it/cibo/chiambretti-piatti-perfettiil primo canale interamente dedicato al settore agroalimentare nazionale e internazionale.

Tutto questo anche se oggi “Il genere funziona e il cibo credo abbia addirittura surclassato il sesso. In questo momento l’erotismo di una carota tagliata dalla Parodi probabilmente è superiore a Rocco Siffredi sotto la doccia. quindi c’è probabilmente un desiderio da parte degli italiani di godere partendo dalla gola. Però il rischio di frantumare non l’ascolto ma la mizzica, è molto forte”.

Proprietario di tre ristoranti, amante della carbonara, della pizza, degli spaghetti al pomodoro, ma negato in cucina Non ho grande dimestichezza con i fornelli… aprendo i ristoranti ho cominciato a frequentarli. Quindi frequentando i ristoranti non ho avuto bisogno di attrezzarmi”E sui colleghi che si lanciano nella ristorazione: “Il rischio dei miei colleghi non è stato solo quello di investire in borsa, ma anche di investire nei ristoranti, solo che poi bisogna saperli fare perché probabilmente dietro a un’idea o a un’immagine che indubbiamente può aiutare la partenza di qualunque locale, ci vuole poi un’organizzazione seria di gente che sa il fatto suo”. Creativo anche nella ristorazione Io ho tre ristoranti…molto diversi tra loro. Il primo è ‘Birilli’ ed è stato il primo locale a Torino a giocare con il cibo, cioè a inventarsi una storia o una leggenda, un arredamento, che a Torino non esisteva. e quindi il nome “Birilli dal 1929” fu già una piccola invenzione di marketing perché davano al locale, appena nato, settant’anni di storia. E quindi i piemontesi che passavano davanti al locale vedevano questa insegna e dicevano: ‘strano, non l’ho mai visto!’ […] dopo quel locale ho detto: “ma perché in Italia, a Torino, ribadisco, si debba mangiare una pizza in posti che non abbiano il glamour di locali in cui la pizza non si mangia. […] e quindi trovato lo spazio, che era una fabbrica, e trovato un pizzaiolo che siamo andati a raccogliere direttamente dalla classifica dei top gun a Napoli, abbiamo costruito ‘I Fratelli la Cozza, sempre con le mani in pasta’, un locale che fa la pizza e anche la ristorazione. e poi, a distanza di qualche anno, è arrivato ‘Sfashion café’; voi sapete benissimo che l’unica cosa che passa veramente di moda è la moda, e quindi anziché ‘Fashion café’ …‘sfashion’, esattamente il suo contrario…”

www.terranovachannel.it è il nuovo canale dedicato al comparto agroalimentare nazionale e internazionale, uno spazio media on line che offre importanti opportunità di visibilità e comunicazione a chi alleva, coltiva, trasforma, commercia, studia o semplicemente acquista prodotti agroalimentari.

Comments

comments